lunedì 21 settembre 2009

LE NUVOLE....

...STRISCIANO MINACCIOSE E CAUTE COME ASSASSINI, CIONDOLANO TRISTI E SOGNANTI A PALLIDE ALTEZZE COME MALINCONICI EREMITI. DI VOLTA IN VOLTA IN FORMA DI ISOLE STUPENDE, DI VELE FLUTTUANTI, DI GRU' IN VOLO, SOSPESE TRA IL CIELO DI DIO E LA POVERA TERRA, SIMILI A BELLE ALLEGORIE DI TUTTA LA NOSTALGIA UMANA. E FANNO PARTE DELL'UNO E DELL'ALTRA: SOGNI DELLA TERRA , NEI QUALI ESSA ACCOSTA LA PROPRIA ANIMA MACULATA ALLA PUREZZA DEL CIELO. SONO L'ETERNO SIMBOLO DI OGNI VAGABONDAGGIO, DI OGNI RICERCA, DI OGNI DESIDERIO E DI OGNI NOSTALGIA. STANNO SOSPESE TRA TERRA E CIELO, IRRESOLUTE E BRAMOSE E PERVICACI COME LE ANIME DEGLI UOMINI, FRA IL TEMPO E L'ETERNITA'...

H. HESSE "PETER CAMENZIND"

2 commenti:

Miryam ha detto...

Molto toccante questo brano di Hesse tratto dal "Peter Camenzino".
Non ho letto questo romanzo, ma ne ho sentito parlare.
Mi sembra quasi che ci voglia indicare la localizzazione della nostra "realtà" che è nel nostro cuore e nello spirito "universale"
Forse è questo il luogo della nostra patria, sospeso come le nuvole fra il tempo e l'eternità...
E bravo Leo...sei un ottimo ricercatore ... di pensieri che vanno a scandagliare gli anfratti del profondo.
Un saluto

leone ha detto...

Grazie Miriam, ma non direi proprio un "ricercatore".I brani, le poesie o gli aforismi che scelgo fanno parte delle mie letture preferite.Questo brano, ad esempio mi è stato fatto notare nel '90 o '91 dalla mia morosa di allora, Luisa O.,assieme al libro regalatomi, che non è bello in assoluto, ma contiene questa perla stupenda...Ciao