venerdì 25 settembre 2009

PERFEZIONE...

Dolce e chiara è la notte e senza vento

E queta sovra i tetti e in mezzo agli orti

Posa la luna, e di lontan rivela

Serena ogni montagna....

G.Leopardi  "La sera del dì di festa"

5 commenti:

Miryam ha detto...

O donna mia,
già tace ogni sentiero,
e pei balconi
rara traluce la notturna lampa:

tu dormi,che t'accolse agevol sonno
nelle tue chete stanze;e non ti morde
cura nessuna;..............

Che dolce incanto la notte leopardiana...
"La sera del dì festa"
è una delle mie preferite,
un'altra che mi piace da morire è "Canto notturno di un pastore errante per l'Asia"....
Gli Idilli sono meravigliosi.
Tuttavia Leopardi mi mette angscia quando lo leggo ma... un'angoscia particolare che, paradossalmente,mi piace provare.
Enigmi del genere umano!;-)
Buonanotte Leo!

leone ha detto...

come a lui cara Miriam e anche a me...il naufragar "c'è" dolce in questo mare...bon nuit

stella ha detto...

Ciao Leo, benritrovato e con che dolcezza...
Sogni d'oro!

leone ha detto...

Cara Stellina,non vedevo l'ora che venissi a trovarmi,ora avrai capito tutto sui post che ti facevo.Ero ancora tecnicamente imbranato ma sto migliorando.A proposito posterò su alcuni notevolissimi(!!) aforismi che hai fatto sul tuo blog,quelli scritti al modo delle equazioni.Buona notte...

leone ha detto...

Cinque congiunzioni "e" in questi versi di una perfezione assoluta.Sono come il sottofondo d'archi di una sinfonia...