domenica 22 maggio 2011


Dentro di sè

Che irragionevole la vita.
E' la sola misura delle cose,
misura di sé.
Per capirne il senso
bisognerebbe guardarla dal di fuori.
Invece, accordandoti il pensiero
che non si può svelare
(e a questo non c'è via d'uscita),
ti lascia il peso del mistero.
E' il prezzo che si fa pagare
per aver scelto te.

Leone

17 commenti:

achab ha detto...

Bella poesia Leone,di grande significato,e bello anche il video.
Ciao.

Gianna ha detto...

Ciao Leo, quante riflessioni sulla vita...

Te l'ho pubblicata.

leone ha detto...

Grazie Achab...c'è una certa affinità come viaggiatori tra gli abissi :-)

leone ha detto...

Grazie Stella, il fatto è che di "sensazioni" ne ho a bizzeffe ma a tradurle in "riflessioni" ne devo mollare un bel pò come si fa con la zavorra per la mongolfiera e alla fine resta poca roba...Baci.:-)

Anonimo ha detto...

Bella e profonda, quasi abissale questa, Leone.Sei tremendamente originale, nello stile e nei contenuti!Complimenti
Lella

leone ha detto...

Sempre troppo gentile, Lella.E' una soddisfazione per me leggere i tuoi commenti:-)Baci di cuore!

Giulia ha detto...

Ciao Leone,
sofferta!
La sensazione di una scelta da cui non si riesce a recedere.
Baci
Giulia

leone ha detto...

...viviamo dentro il suo mistero senza poterla comprendere ma, allo stesso tempo ci permette di angosciarci su quel mistero senza risposte.Grazie del commento Giulia.Un bacio!

Miryam ha detto...

E' la vita che sceglie noi, oppure siamo noi a scegliere "quella" vita?
Anche questo è mistero.
Interroga la maestosità del silenzio e ascolterai qualche sua "risposta" pescata negli abissi dell'animo umano.
Poesia profonda ma "incompleta":)))
Un saluto!

Anonimo ha detto...

Spendidi pensieri e riflessione diretta.
sei bravo. Antonella.

leone ha detto...

...quell'angoscia è dentro ognuno di noi,felice o infelice che sia, nel momento in cui Lei ci sceglie.Ci ha fatto un regalo esclusivo ma ci ha messo dentro la coscienza di quel mistero, il secondo grande mistero che, in quanto uomini e non semplici forme viventi, ci ha lasciato...Saluti.

leone ha detto...

Grazie Antonella.Commento diretto molto gratificante.Un bacio!

Anonimo ha detto...

che bella poesia,Leo stupendo quando dice -per capirne il senso bidognerebbe guardarla dal di fuori- , è un verso così originale e profondo.Stupendo anche il pezzo alla chitarra, come la poesia.Un bacio R.

leone ha detto...

Grazie R, carinissima, come al solito.Baci!

Anonimo ha detto...

Bella questa poesia e anche tutte le altre.Veramennte bravo

leone ha detto...

Grazie anonimo.

Felinità ha detto...

la vita come misura delle cose senza u misura linfinitamente grande e l'infinitamente piccolo per calcolare la propria vita, il proprio destino.
Miao compare felino sono contenta di ritrovarti fffrrrrrr